La Campania una regione con una grande molteplicit e ricchezza di vitigni autoctoni di qualit e di microclimi differenti. Per noi di Grotta del Sole sempre stato importante valorizzare queste differenze e lasciare che le uve esprimessero la loro identit nei vini.

Le scelte produttive sono state improntate ad un grande rispetto della materia, sempre prioritario rispetto alla convenienza commerciale, cos come la difesa delle uve autoctone campane. La nostra famiglia ha dato alla regione Campania un grande contributo nella stesura di molti disciplinari di produzione attraverso Gennaro, presidente per molti anni della Associazione Enologi Enotecnici Italiani sez. Campania.

E quando la famiglia si aperta nel 2003 ad una consulenza enologica esterna, ha chiesto ad Attilio Pagli non solo di produrre vini migliori, ma soprattutto di condividere il proprio progetto di valorizzazione di vini tipici della Campania. Attilio un enologo di fama, fondatore del gruppo Matura e consulente oggi di varie aziende nei territori di Montalcino, Chianti Classico, Scansano, Montefalco, Conero e Romagna ed ha collaborato con Grotta del Sole fino alla vendemmia 2010 contribuendo in maniera determinante alla filosofia di produzione attuale..

I vini base sono tutti prodotti in acciaio e commercializzati entro l'anno successivo alla vendemmia, mentre le riserve sono lavorate con un uso prudente del legno di barriques francesi. In cantina non si persegue la strada della tecnologia spinta, ma si fonde una sapienza scientifica alla saggezza delle tecniche tradizionali, convinti che la materia prima sia il fattore determinante della qualit dei vini prodotti.